Paralisi

La paralisi è l'inabilità o la ridotta capacità di muovere volontariamente uno o più muscoli, gruppi di muscoli o gli arti.

Ci sono diverse tipologie di paralisi.


Paralisi Motoria

La paralisi motoria (paralisi del sistema muscolo-scheletrico) si divide in paralisi periferica e centrale e dipende dal livello a cui avviene il danno. Paralisi periferica: prodotta dalla lesione del nervo , o nel tratto discendente dal midollo spinale (es. recisione da incidente) o dove ha origine nel midollo spinale (es. nel caso della poliomelite). Questi sono sempre casi di paralisi flaccida. I gruppi muscolari o gli arti coinvolti non presentano nessun ipertono muscolare. Paralisi centrale: il danno si presenta ad un più alto livello, i.e. nel tratto piramidale del midollo spinale (paralisi spinale) o nel cervello stesso (paralisi cerebrale), per esempio a seguito di ictus.

Il decorso della paralisi centrale è spesso di tipo spastico, i.e il tono della muscolatura coinvolta è elevato. In relazione all’estensione della paralisi, si può parlare di monoplegia (paralisi di un solo arto), paraplegia (paralisi degli arti superiori o degli arti inferiori), tetraplegia (paralisi di tutti e quattro gli arti) o emiplegia (paralisi di un solo lato del corpo).

Paralisi Sensitiva

Questo tipo di paralisi è causato da danni al sistema nervoso periferico o centrale. Qui la capacità di percepire gli stimoli sensoriali (come il raffreddore, il calore, il dolore o la sensazione tattile) è inesistente o ridotta in determinate parti del corpo.

Altri tipi di paralisi

In alcuni casi, la paralisi è causata da una malattia del muscolo stesso (paralisi miogene). Sono possibili


La scelta del prodotto più idoneo alle singole esigenze dipende da vari fattori tra cui la condizione fisica e clinica del paziente. Il medico e il tecnico ortopedico valuteranno quale soluzione risulterà più idonea per ogni singola situazione . Noi saremo felici di fornire il supporto necessario