Rigidità della caviglia (artrodesi)

In caso di gravi alterazioni della caviglia, ad esempio dovuti ad artrosi, la parte inferiore della caviglia può essere resa statica chirurgicamente. Questo intervento viene chiamato artrodesi. L’obiettivo è quello di ottenere una migliore qualità di vita per il paziente e di alleviare il dolore.


Indicazioni

L’artrodesi si esegue in casi particoli di artrosi grave, instabilità grave e cronica dell’articolazione e gravi deficit posturali.

Cause

Le cause che portano al bloccaggio dell’articolazione sono gravi e complesse alterazioni dell’articolazione o difetti che sfociano in grosse limitazioni per la persona nelle azioni quotidiane.

Diagnosi

La diagnosi è fatta da un medico attraverso l’anamnesi del paziente, della visita dello stesso e spesso della diagnostica per immagini.

Terapia

La terapia è sempre chirurgica e prevede un’incisione nella pelle fatta sulla parte esterna del piede, nel caso della zona inferiore della caviglia. Quando l’articolazione è visibile, viene rimosso il tessuto dalle superfici articolari sull’osso della caviglia e del calcagno. Infine l’articolazione viene portata in una posizione funzionale per mezzo di viti. La capacità di pieno carico dell’arto inferiore si ripristina solo dopo una fase riabilitativa che dura dalle 10 alle 12 settimane. Durante questo periodo è consigliabile indossare un’ortesi per sostenere la caviglia, che in molti casi facilita i movimenti fisiologici, in particolare il roll over del piede.


La scelta del prodotto più idoneo alle singole esigenze dipende da vari fattori tra cui la condizione fisica e clinica del paziente. Il medico e il tecnico ortopedico valuteranno quale soluzione risulterà più idonea per ogni singola situazione . Noi saremo felici di fornire il supporto necessario