Una nuova mano per Leonardo

Una raccolta fondi conclusa in pochissimo tempo dona a Leonardo una nuova mano BeBionic

“Leonardo è un ragazzo pieno di voglia di vivere, appassionato di animali, terra, agricoltura – spiega il padre Claudio – Sperimenta, prova, inventa. A capodanno 2020 è stato, purtroppo, protagonista dei titoli dei giornali del primo giorno dell’anno. Con un suo amico, è andato nella piazza del paese per festeggiare la mezzanotte. Nel rientrare a casa, ha notato in terra una specie di rotolo di carta igienica avvolto in carta di giornale e nella curiosità dei suoi 14 anni, lo ha raccolto e gli è esploso in mano. Gli ha causato ferite al volto, alle gambe, schegge negli occhi, la perforazione di un timpano e l’amputazione totale della mano. Per tornare ad una vita “quasi” normale, Leonardo, ha bisogno di una protesi robotica e purtroppo i costi sono troppo gravosi da sostenere per noi. Chiediamo di sostenerci per restituire il sorriso e la voglia di fare a Leonardo, chiediamo una mano”.

Con questo appello la famiglia di Leonardo ha lanciato una raccolta fondi che è andata a buon fine nell’arco di pochissimo tempo, anche grazie alla donazione da parte dell’ex presidente del Genoa Aldo Spinelli.

Dopo alcune di settimane di fisioterapia, propedeutica all’utilizzo della nuova protesi, il team di Ottobock Soluzioni Ortopediche ha avuto l’onore di accogliere Leonardo e la sua famiglia nel centro di Budrio per realizzare la protesi di arto superiore, consegnandogli una mano BeBionic con controllo intuitivo MyoPlus.

Per seguire la sua storia su Facebook: La pagina ufficiale della raccolta fondi per Leonardo

Per vedere le trasmissioni televisive dove hanno raccontato la storia di Leonardo: