Training per il cammino con la protesi

Tornare di nuovo in forma per la tua vita quotidiana

L'obiettivo della riabilitazione è quello di prepararvi in modo ottimale per la vita con la protesi. Da un lato, questo include riacquistare forza, resistenza e coordinazione attraverso la fisioterapia mirata; dall’altro un training specifico vi insegnerà come utilizzare la protesi.

Nel training per il cammino per gli amputati transfemorali, il funzionamento di base dell'articolazione del ginocchio svolge un ruolo importante. Il programma di formazione è studiato quindi su misura per i componenti di protesi che vengono utilizzati dal paziente e dovrebbe essere focalizzato sul ri-apprendimento di sequenze del movimento quotidiano sfruttando la funzionalità della vostra protesi.

Scoprite qui il tipo di training!

Argomenti correlati

La riabilitazione dopo l’amputazione

Training per il cammino con la protesi

Cura del moncone

Prova della protesi


Infilare e togliere correttamente la protesi

Mettere la protesi e toglierla in modo indipendente è importante nella quotidianità, l’obiettivo quindi è di riuscire a farlo da soli. Ci sono vari modi per indossare la protesi a seconda del tipo di protesi e delle caratteristiche del vostro moncone, il vostro terapista vi mostrerà il modo migliore per voi.

Come si indossa una protesi transtibiale con valvola unidirezionale e ginocchiera?

Come si indossa una protesi transfemorale con sistema Shuttle Lock?


Stare seduti e in piedi con una protesi

Una volta che avrete acquisito padronanza nella gestione quotidiana della protesi dovrete imparare ad effettuare i primi movimenti, i trasferimenti e passaggi posturali e i primi passi, in modo da acquisire sempre più sicurezza e indipendenza nell’utilizzo del vostro presidio. Il vostro fisioterapista e il tecnico ortopedico vi proporranno esercizi personalizzati alle vostre esigenze alle caratteristiche della componentistica della vostra protesi. Un passaggio molto importante è l’acquisizione della sicurezza e dell’equilibrio nel passaggio dalla posizione seduta a in piedi. Alcuni componenti altamente tecnologici come le articolazioni meccatroniche (C-leg 4, Genium, Genium X3 o Kenevo) per protesi transfemorali possono offrirvi molto aiuto e facilitarvi ad acquisire rapidamente fiducia.

Camminare e progredire per livelli

Una volta che si è ha preso fiducia con la protesi l'allenamento effettivo può iniziare. Gli obiettivi sono il miglioramento dell'equilibrio e della coordinazione, la corretta distribuzione del peso e il riallineamento del bacino e della parte superiore del corpo. E’ molto importante continuare a rafforzare i muscoli perché i muscoli forti sono essenziali per una postura corporea stabile mentre si cammina.

In primo luogo si deve imparare a spostare il peso corporeo e stare in carico monopodalico tra le parallele senza sostenere tutto il peso con le braccia e l’arto sano, ma sforzandosi di usare la protesi. Non appena si può camminare correttamente tra le parallele l’obiettivo successivo è quello di ridurre gradualmente l'uso di eventuali ausili per la camminata. Questo si ottiene attraverso una combinazione di tecnica del cammino abbinata a un giusto rinforzo globale della muscolatura degli arti e del tronco rafforzamento della muscolatura del busto. In un primo momento il vostro terapista sarà sempre al vostro fianco a dare supporto. Nel corso del tempo non avrete più bisogno di tale assistenza.

Camminare in modo sicuro su scale e rampe

Si incontrano sempre ostacoli nella vita quotidiana, come scale – anche in casa - o rampe, per esempio quelle che conducono al garage. Camminare in modo sicuro su scale e rampe è una parte della vostra vita quotidiana. I singoli componenti della vostra protesi determinano quale tecnica di camminata è giusta per voi.



Argomenti correlati