Ambra Sabatini

Un incidente in scooter con il padre mentre andava agli allenamenti e la perdita della gamba, in un attimo. Così Ambra descrive quel momento che ha significato un vero e proprio crocevia della sua esistenza. Sportiva da sempre, Ambra non si è data per vinta e ha tirato fuori il “Forrest Gump” che era in lei: ricominciando a correre in pista ha ridisegnando i propri sogni e i propri obiettivi e sta ottenendo grandissimi risultati. Giovanissima, rappresenta già una promessa dell’atletica paralimpica.

"Lo sport come motivazione per riprendere in mano la mia nuova vita."

"In quei momenti terribili ebbi la percezione che la mia vita sarebbe cambiata per sempre, vidi tutti i miei sogni sportivi ed affettivi andare in frantumi e nonostante la presenza ed il conforto delle persone a me più care, vedevo i miei sogni svanire lasciandomi sola in compagnia delle mie lacrime. Ed è qui che il Forrest Gump che era in me ha risvegliato i miei vecchi sogni riproponendomeli sotto un’altra veste: ho cominciato allora a progettare la mia “nuova vita” ridisegnandone gli obiettivi, anzi ampliandoli sia in ambito professionale che sportivo. Ho iniziato ad occuparmi di protesi,a conoscere le storie di personaggi che vivono il mondo delle paralimpiadi confrontando le loro prestazioni con le mie possibilità. Ero ancora in ospedale ma stavo ritrovando la serenità di chi ha compreso finalmente quale direzione prendere di fronte al bivio che la vita le ha proposto."

"In questi frangenti mi accorgevo che tutta questa energia vitale mi aiutava a sdrammatizzare la situazione al punto di ironizzare perfino sulla mia gamba sinistra, ribattezzandola “GAMBRA”. Con questo atteggiamento spregiudicato mi sono guadagnata la stima e l’ammirazione di medici ed infermieri i quali mi attribuivano delle potenzialità motivazionali da mettere a disposizione di chi non avesse avuto la forza di rimettersi in gioco con la vita. A queste persone consiglierei di affacciarsi al mondo paralimpico dove il significato di fare sport raggiunge livelli impensabili, dove si è grandi a prescindere dalla prestazione e dove ogni atleta è un campione."

"Ai miei coetanei normodotati vorrei dire che osservando persone come me non devono farsi abbattere dalle banalità della vita. A quelli che sono nelle mie stesse condizioni augurerei di provare le stesse sensazioni che sto provando io: nuove prospettive di vita e nuove ambizioni nello sport, nello studio e nel lavoro."

Scheda

Paese di nascita: Italia

Anno di nascita: 2002

Sport: Atletica – 100 m e salto in lungo

Categoria: T63

Club sportivo: Fiamme Gialle

Momenti salienti della carriera: .

Oro nei 100 m T63 ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 (incluso il nuovo record mondiale di 14.11”)

Oro nei 60 m T63 ai Campionati Italiani Indoor 2021

Oro nei 100 m T63 al Gran Prix di Dubai 2021

Equipaggiamento:

Per l'attività sportiva: 3S80 e 1E91
Per la vita di tutti i giorni: Genium X3 e Taleo Low Profile 1C53

Rimani aggiornato
Ambra Sabatini durante il salto in lungo

Principali risultati sportivi:

Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 Grand Prix Dubai (EAU)
Tokyo 2021 Dubai 2021
  • 100 m Medaglia d'oro (14.11" - nuovo record del mondo cat. T63)

  • 100 m Medaglia d'oro (14.59" - nuovo record del mondo cat. T63)

Campionati italiani Indoor Campionati italiani
Ancona 2021 Jesolo 2000
  • 60 m Medaglia d'oro

  • 100 m Medaglia di bronzo (16.68")
  • salto in lungo Medaglia d'argento (3,83 m)