Emiliano Malagoli

Classe ’75, nato a Montecarlo (Lucca), Emiliano Malagoli é cresciuto con la passione del motociclismo. Nel 2011, a seguito di un incidente stradale in moto, ha subìto l’amputazione della gamba destra, mentre la sinistra è rimasta seriamente compromessa. "Sono nato il 30 luglio 2011... Lo stesso giorno del mio incidente stradale con la moto. Da quel giorno, ho capito cosa potevo fare senza una gamba: cose che non facevo nemmeno con due! E quello è stato l’inizio della mia seconda vita... Quando vai così vicino alla morte, rivaluti totalmente le cose importanti della vita."

"La voglia di crederci, il coraggio di provarci, la forza di riuscirci."

La spinta per reagire l’ha presa dalla sua passione, dal suo sogno di tornare in sella. "Nei 7 mesi di convalescenza non ho perso tempo a compatirmi ma ho iniziato a pensare a tutte le cose che potevo ancora fare e, soprattutto, in che modo. Sono partito dalle basi: iniziare a fare il padre con le mie due figlie, cosa che erroneamente avevo un po’ sorvolato, ottenere la fiducia delle persone a me più vicine, impegnarmi nel lavoro e nello sport e infine anche nel sociale. La mia passione è sempre stata la moto sia in strada ma soprattutto in pista, proprio per questo il mio primo pensiero è stato capire se avevo ancora il coraggio di correre nelle piste a 300 km/h anche senza una gamba, trovando soluzioni, usando una protesi. Mi sono rimesso in gioco completamente, e a 400 giorni dall'incidente, sono tornato a correre a livello agonistico. Quel giorno ho provato l’emozione più bella della mia vita. Ero riuscito a superare le mie paure. Tornare a correre su una moto, quando la moto è stata causa della tua disabilità, e riuscire a portare a termine la gara, seppur in ultima posizione, per me è stata la vittoria più bella, come vincere un mondiale di MotoGP!"

"Sulla moto ci dimentichiamo completamente della nostra disabilità e torniamo ad essere liberi."

Ma non era ancora soddisfatto pienamente. Voleva che anche altri ragazzi disabili potessero provare le sue stesse emozioni tornando in sella. E così, forte di questa esperienza, insieme alla compagna anche lei motociclista, nel 2013 decide di fondare la Onlus Di. Di. Diversamente Disabili che nel corso degli anni diventa il punto di riferimento mondiale per chi vuole praticare il motociclismo paralimpico. Oggi la Onlus Diversamente Disabili organizza un campionato italiano e un campionato europeo riconosciuto da FIM Europe (quest'ultimo all’interno della MotoGP e della WorldSBK) che hanno visto partecipare oltre 180 piloti disabili provenienti da 12 differenti nazioni. Inoltre, organizza eventi di Educazione e sicurezza stradale nelle scuole, Mototerapia negli ospedali, oltre a corsi di guida sicura in moto per disabili e per la patente speciale AS: grazie alla Onlus Di. Di. Diversamente Disabili più di 350 ragazzi sono risaliti in sella!

Scheda

Paese di nascita: Italia

Anno di nascita: 1975

Sport: Motociclismo

Club sportivo: Althea BMW Racing Team

Momenti salienti della carriera: .

Campione in carica nella classe 1000cc del campionato Octo Bridgestone Cup

Nel 2019 è il primo italiano con una protesi alla gamba a correre la Maratona di New York

Equipaggiamento:

Per l'attività sportiva: 1E95
Per la vita di tutti i giorni: Sistema Harmony

Rimani aggiornato
Emiliano Malagoli nel suo garage
Emiliano Malagoli in pista