Fratture alla Colonna Vertebrale

Le fratture vertebrali avvengono quando una delle ossa della colonna vertebrale is crepa oppure si rompe a seguito di un evento traumatico oppure per compressione, come nel caso dell'osteoporosi. La patologia si manifesta attraverso un dolore alla schiena e attraverso un collasso delle vertebre che può portare gravi conseguenze, non solo alla postura.


Cause

Le vertebre possono fratturarsi o collassare a causa della riduzione di tessuto osseo. L'osteoporosi primaria e la menopausa non sono le uniche condizioni responsabili della riduzione del tessuto osseo. La perdita di massa ossea, che comporta maggiori rischi di fratture di questo genere, è determinata anche da patologie concomitanti, quali ipertiroidismo, tumori benigni e maligni, inclusi i trattamenti di chemioterapia e radioterapia.

Purtroppo, una frattura vertebrale comporta un aumento delle probabilità che si verifichino ulteriori fratture a carico delle vertebre adiacenti a quella già fratturata. Con il passare del tempo, le fratture multiple possono alterare l'allineamento della colonna vertebrale, rendendola più convessa ("gobba della vedova").

Questa curvatura convessa può divenire talmente pronunciata da compromettere l’equilibrio del paziente e da comprimere la cavità toracica, rendendo difficoltosa la respirazione e provocando inappetenza e insonnia.2,3 L'età, il sesso e lo stile di vita rappresentano altri fattori di rischio.

Sintomi

Il dolore alla schiena segnala che vi sono dei problemi. La sintomatologia dolorosa, sia se improvvisa o se sorda e cronica può, infatti, indicare che si è verificata una frattura vertebrale. Se si avverte dolore persistente per diversi giorni, è bene recarsi dal proprio medico per determinarne le cause e decidere quali trattamenti intraprendere. È inoltre importante che l'operatore sanitario di riferimento esegua controlli periodici della statura e della postura del proprio paziente. Le fratture vertebrali possono infatti determinare il collasso delle vertebre e, di conseguenza, una diminuzione della statura.

Le fratture vertebrali a volte possono essere asintomatiche e per questo motivo, dopo un trauma è sempre consigliato effettuare una visita alla colonna vertebrale.

La sintomatologia delle fratture vertebrali varia a seconda del tipo di frattura e solitamente si manifesta attraverso:

  • dolore diffuso fino alle braccia o alle gambe;
  • gonfiore;
  • riduzione della statura (quando è causata dall’osteoporosi);
  • debolezza nelle gambe e nelle braccia;
  • intorpidimento alle gambe e alle braccia;
  • difficoltà nel compiere i movimenti;
  • problemi di incontinenza.

Diagnosi e Terapia

Dopo un incidente, dopo una caduta o quando sorgono semplicemnete dolori alla schiena è necessario rivolgersi tempestivamente al proprio medico. Mediante l'esame obiettivo e l'esecuzione di accertamenti diagnostici strumentali, quali la radiografia, è possibile rilevare la presenza di una frattura vertebrale da compressione.

Una diagnosi precoce offre una maggiore possibilità di guarigione attraverso una serie di trattamenti che dipendono dalla gravità della frattura, dalla localizzazione della frattura e se ci sono stati danni ai nervi o al midollo spinale.

Per alleviare il dolore è consigliato rimanere a riposo per alcuni giorni, assumere degli antidolorifici ed utilizzare un tutore ortopedico. Ma questi rimedi non sono sufficienti per riparare la vertebra o le vertebre fratturate.


La scelta del prodotto più idoneo alle singole esigenze dipende da vari fattori tra cui la condizione fisica e clinica del paziente. Il medico e il tecnico ortopedico valuteranno quale soluzione risulterà più idonea per ogni singola situazione. Noi saremo felici di fornire il supporto necessario


Prodotti correlati